Creative Aurvana In-Ear2 e D200: Lusso e praticità

Grazie a Buzzparadise, sto avendo la possibilità di testare due prodotti creative:

  • Cuffie Aurvana In-Ear2
  • Casse Bluetooth D200

Andiamo con ordine e cerchiamo di descrivere al meglio le impressioni tecniche e le sensazioni avvertite nell’utilizzo di questi due prodotti.

Cuffie Aurvana In-Ear2

La confezione compatta, nera conferisce un tocco di lusso e di raffinatezza. Aperta la scatola la sensazione di essere di fronte ad un prodotto di alta qualità continua. Gli auricolariin-ear hanno una protuberanza che entra dentro il canale auricolare, di fatto occupandolo e bloccando l’ingresso dei rumori esterni: lo stesso principio dei tappi per le orecchie. Questo tipo di cuffie era una volta limitato all’utilizzo professionale come monitor da concerto per musicisti, ma sono diventate recentemente un prodotto di massa grazie alla diffusione dei lettori MP3 portatili e al loro utilizzo in ogni tipo di ambiente e situazione.

Le cuffie intra-auricolari offrono di solito una resa audio più piena, e sono particolarmente efficaci in condizioni rumorose. Nel nostro caso, creative ci assicura un isolamento del 90%. Dovendo inserire una parte di plastica all’interno del nostro cavo uditivo, è indispensabile che il materiale con cui sono costruite le cuffie, renda l’esperienza confortevole.

Nel pacco delle cuffie Aurvana in-ear2, sono presenti diverse taglie di “cappucci” in gomma: ce n’è per tutte le orecchie!! L’attenzione ai dettagli che creative ha messo nel confezionamento di questo prodotto è assolutamente apprezzabile. Le cuffie hanno un fine rivestimento in metallo e hanno il regolatore di lunghezza del filo (possiamo regolarlo in modo tale che ci arrivi alla giusta distanza dal mento).

Una cosa importantissima che denota il livello “lusso” di queste cuffie è rappresentata senza dubbio, dalla pratica custodia che permette di riporre le cuffie in uno spazio contenuto, senza doverle pericolosamente arrotolare al nostro lettore mp3.

Ma passiamo alla sostanza: l’isolamento acustico è pressoché perfetto. Gli auricolari generano un effetto “vuoto” all’interno dell’orecchio, creando l’ambiente isolato ed ideale per l’ascolto. Il suono è estremamente limpido e pulito a volte si rischia di eccedere un po’ con il volume. A tal proposito, consiglio di impostare sempre ad un volume basso il lettore mp3, per poi regolare il volume con gli auricolari già all’orecchio. Attenzione però: con questi auricolari sarete isolati dal mondo ed immersi nella musica; non sentirete rumori ambientali: niente telefono, clacson, citofono o altro… tenetene conto !

Casse Bluetooth D200

Anche qui Creative ha fatto un ottimo lavoro. Queste sono le casse di fascia media per l’ascolto senza fili. La confezione è compatta e gradevole così come il design del monoblocco creative (di dimensioni 40,6 x 10,1 x 9,3 cm per un totale di 1.65 chilogrammi). A corredo, si trova esclusivamente il manuale, la garanzia e l’alimentatore. Mancano due accessori degni di nota: il cavetto con jack standard da 3.5 millimetri, utilizzabile per collegare una sorgente audio classica (come la scheda audio del PC) ed il trasmettitore wireless con attacco compatibile iPod/iPhone (acquistabile da qui).Sicuramente andrò a comprare il cavetto con jack standard da 3.5mm.

D200 può essere collegato alla sorgente tramite l’ingresso jack da 3.5 pollici ma soprattutto attraverso una connessione senza fili Bluetooth. Chiaramente questa ultima soluzione è quella che rende questo apparecchio appetibile.

Il design del monoblocco è semplice e pulito. L’involucro smaltato, però, evidenzia polvere e ditate, avrei preferito la plastica opaca. Sul retro, oltre al già citato jack per l’ingresso audio, possiamo trovare l’alimentazione e il tasto ON/OFF. In alto, è possibile trovare tre tasti: volume (+ e -) e il tasto per la connettività bluetooth.

Creative D200 supporta il profilo BluetoothAudio/Video Remote Control Profile (AVRCP): questo significa che dovrebbe essere possibile controllare il sistema anche da remoto, tramite un dispositivo Bluetooth precedentemente accoppiato. Evidentemente questo standard non è particolarmente diffuso. Non sono riuscito a gestire questa funzione con iphone ed android OS. E sembra che nemmeno con Windows Mobile, questo sia possibile. Credo che questo dettaglio sia abbastanza trascurabile, dato che ci permette esclusivamente di regolare a distanza il volume dell’altoparlante.

Per quanto riguarda la trasmissione senza fili, D200 impiega Bluetooth 2.0 + ERD (Enhanced Data Rate) ed il profilo A2DP (Advanced Audio Distribution Profile), attualmente gli standard migliori per la trasmissione di musica con questo protocollo.

Il codec di compressione è apt-X, non posso giudicarlo confrontato con altri codec di compressione esistenti, ma giudicando dalla resa sonora, sembra eccellente (peccato sia proprietario…)

La resa sonora è assolutamente buona tenendo conto delle dimensioni dell’apparecchio: bassi sempre pieni e dinamici, qualche problema di distorsione sui toni alti. Difetto che comunque rimane contenuto anche agli alti volumi.

A me non interessa minimamente, ma è da notare che non è possibile regolare i livelli bass etreble per lamancanza di un qualsiasi controllo di equalizzazione.

Il raggio di portata della connessione bluetooth è molto buono. La creative dichiara 10 metri, mentre sono riuscito a superare i15 metri, con una stanza di mezzo, senza degrado del segnale.

D200 è la versione economica di ZiiSound D5 che non ho avuto modo di provare, ma che ad occhio mi sembra abbastanza “anti-economica”. Il modello D200 è teso all’economicità senza intaccare la sostanza.

In conclusione consiglio l’acquisto della D200 per la riproduzione musicale in ambienti domestici “on fly”. Per il vostro mp3 e per la musica “on walk”, la soluzione Aurvana In-Ear2 rappresenta un vero e proprio lusso.

Attendo i vostri commenti e sono a disposizione per eventuali domande su questi due prodotti. Suggeritemi senza indugio altre prove che sarò lieto di effettuare per voi!!

aleko | 18 Luglio 2010
  • gina 20 Dicembre 2010 at 14:35
    ciao, avrei una domanda anch'io: se comprassi 2 casse D200 le potrei collegare tra di loro? o almeno mandare lo stesso impulso ad entrambi contemporaneamente? li vorrei mettere in 2 stanze diverse! Grazie mille della risposta, ne ho bisogno per un regalo di Natale! help!!!! grasssie!!
    • Aleko 20 Dicembre 2010 at 18:25
      Ciao, non ho avuto modo di testare il tutto di persona, ma credo che non si possano collegare due casse allo stesso dispositivo. La connessione bluetooth è punto punto, quindi tecnicamente non puoi farlo mettendole in due stanze diverse. l'unica cosa che puoi fare è collegarle tramite cavo. Spero di esserti stato utile. Ciao!

Leave a Reply

ContattamiContattami

SCRIVIMI

DOVE TROVARMI

Sul web

Mail

aleko21@gmail.com
alessandro.pagano@osel.it
aleko@fsfe.org
aleko21@outlook.com

Phone

(+39) 3391354376

SCRIVIMI!

Il tuo nome (richiesto)

La tua mail (richiesto)

Oggetto

Messaggio

ServiziServizi

AREE DI COLLABORAZIONE

Le competenze, la professionalità ed il network sviluppato in questi anni sono stati solo il punto di partenza per differenti progetti di successo in diverse aree professionali.

Web Design

Realizzazione e cura di portali web innovativi e ad elevato impatto. Consulenza e sviluppo di soluzioni web personalizzate per qualsiasi settore. Design, implementazione, aggiornamento, promozione ed esercizio di portali web.

Formazione

Realizzazione di interventi formativi efficaci gestibili in presenza ed in modalità e-learning in diversi campi dell’Information Technology e delle Soft Skills.

Consulenza

Consulenza personalizzata su soluzioni ICT per massimizzare efficacia ed efficienza all’interno di qualsiasi organizzazione.

[li_recommendations width="480" length="200" interval="1000"]

About MeAbout Me

Research, e-learning, Web, ICT

Ho conseguito il PhD in Informatica e la Laurea Magistrale in Economia presso l’Università degli Studi di Bari. Attualmente sono impegnato in diversi progetti di ricerca internazionali e ricopro il ruolo di manager della produzione di Osel s.r.l. : azienda che si occupa di Innovazione della didattica e e-learning. Sono docente di Informatica a contratto a Bari (Uniba) e a Roma (LUMSA).

MY STORY

  • 0%
    Web, HTML5, WordPress, CMS
  • 0%
    Open Source - Gnu/Linux
  • 0%
    e-learning
  • 0%
    Information Systems
  • 0%
    ICT Consultancy

WHAT I KNOW

  • 0%
    Teamworking
  • 0%
    Time & Stress Management
  • 0%
    Teaching
  • 0%
    Research
  • 0%
    Passion

WHO I AM

BlogBlog

mi esprimo con l'estremità del mio pensiero...
Come installare Google Camera su Android Pie – Xiaomi

di Lucia Massaro e Alessandro Pagano

In questo articolo, vi guideremo all’installazione manuale della Google Camera sugli smartphone Xiaomi aggiornati ad Android 9 Pie.

Risolvere il problema notifiche su dispositivi Xiaomi con Miui8

Dopo l’acquisto dello Xiaomi Mi Max 2 ho provveduto ad effettuare le prime configurazioni ed ottimizzazioni per un uso più “occidentale” del terminale. In questa guida vedremo come abilitare le notifiche delle nostre applicazioni preferite in modo che possano ignorare le strette policy di controllo ed ottimizzazione batteria/memoria della Miui8.

Xiaomi China Stable – Come installare le Google Apps su MIUI8 e Android 7 Nougat

Stamattina è arrivato finalmente il tanto atteso Xiaomi Mi max 2 (scheda tecnica qui) e, dopo la consueta febbre da unboxing, mi sono cimentato nelle solite impostazioni/ripristino account e applicazioni. Operazione che grazie a MiCloud, il servizio di Xiaomi che permette di salvare tutte le app e le impostazioni, diventa ancora più semplice e veloce. Il telefono in questione ha a bordo l’ultima Rom China Stable con MIUI8 e Android 7.1.1

Recensione Huawei P8

Vediamo oggi come si comporta il Huawei P8 che ho avuto la possibilità di testare per un mese, grazie ad un contest organizzato da Huawei. Cercherò di riassumere la mia esperienza d’uso attribuendo dei voti alle relative categorie.

International Open Data Day – Bari 2014

Il 22 febbraio 2014 dalle ore 10 alle ore 18 si terrà l’International Open Data Day presso il padiglione dei Cineporti di Puglia – c/o Fiera del Levante. Come per il 2013 Bari ospiterà l’edizione locale di questa giornata in cui, a livello internazionale, le comunità di persone che si occupano di Open Data si radunano a livello locale per presentare i propri progetti, parlare delle iniziative già svolte, programmare quelle future. Obiettivo non secondario è quello di proporre la cultura dei dati aperti ad un nuovo pubblico.

Salviamo un progetto: Tuxfeed

Tuxfeed.it è stato per anni un punto di riferimento per tutti gli appassionati del sistema operativo Open Source più famoso del mondo: Linux.
Per anni Tuxfeed.it, progetto completamente gratuito, basato sugli sforzi di (pochi) utenti volontari, ha aggregato diverse centinaia di fonti, sempre aggiornate, per rendere aggiornati a più di 5.000 di visitatori ogni giorno.

AndroidPIT: Fill up your Mobile.

Vorrei segnalare una iniziativa lodevole riguardo il mondo Android: il portale AndroidPIT.

AndroidPIT può divenire in breve tempo un punto di riferimento per quanto riguarda il mondo Android, in quanto permette agli utenti di accedere agevolmente a news sempre aggiornate.
La specialità di questo portale sono le applicazioni: cuore pulsante di ogni dispositivo mobile. Di seguito una breve recensione.

Volunia: fallimento annunciato?

Ieri Massimo Marchiori, ricercatore padovano autore di HyperSearch, uno degli algoritmi utilizzati da Google, ha lanciato la sua sfida al mondo dei motori di ricerca con l’obiettivo di apportare importanti innovazioni. Il nome del progetto è Volunia.

Installing YamiPod on Linux: a multi-platform, very versatile iPod Manager

YamiPod is a freeware application to efficiently manage your iPod on Linux. It can be run directly from your iPod and needs no installation. It also has extra features such as rss news and podcast support, remove duplicates, easy notes editor (with multipage support), songs synchronization, playlists export, a built in music player and much more. It has been translated in 12 languages.

Ace Manager Recruiting Game

Nel mondo dei social network e del lifestream totale su internet, non potevano mancare dei metodi alternativi di recruitment da parte delle aziende con alto tasso di informatizzazione e propense a politiche di buzz marketing. Oggi voglio sottoporre all’attenzione dei miei lettori più giovani, il contest della BNP che riguarda un Recruiting game a cui possono partecipare Laureati e Laureandi con età inferiore ai 26 anni.

ContattamiContattami

SCRIVIMI

DOVE TROVARMI

Sul web

Mail

aleko21@gmail.com
alessandro.pagano@osel.it
aleko@fsfe.org
aleko21@outlook.com

Phone

(+39) 3391354376

SCRIVIMI!

Il tuo nome (richiesto)

La tua mail (richiesto)

Oggetto

Messaggio

ServiziServizi

AREE DI COLLABORAZIONE

Le competenze, la professionalità ed il network sviluppato in questi anni sono stati solo il punto di partenza per differenti progetti di successo in diverse aree professionali.

Web Design

Realizzazione e cura di portali web innovativi e ad elevato impatto. Consulenza e sviluppo di soluzioni web personalizzate per qualsiasi settore. Design, implementazione, aggiornamento, promozione ed esercizio di portali web.

Formazione

Realizzazione di interventi formativi efficaci gestibili in presenza ed in modalità e-learning in diversi campi dell’Information Technology e delle Soft Skills.

Consulenza

Consulenza personalizzata su soluzioni ICT per massimizzare efficacia ed efficienza all’interno di qualsiasi organizzazione.

[li_recommendations width="480" length="200" interval="1000"]

About MeAbout Me

Research, e-learning, Web, ICT

Ho conseguito il PhD in Informatica e la Laurea Magistrale in Economia presso l’Università degli Studi di Bari. Attualmente sono impegnato in diversi progetti di ricerca internazionali e ricopro il ruolo di manager della produzione di Osel s.r.l. : azienda che si occupa di Innovazione della didattica e e-learning. Sono docente di Informatica a contratto a Bari (Uniba) e a Roma (LUMSA).

MY STORY

  • 0%
    Web, HTML5, WordPress, CMS
  • 0%
    Open Source - Gnu/Linux
  • 0%
    e-learning
  • 0%
    Information Systems
  • 0%
    ICT Consultancy

WHAT I KNOW

  • 0%
    Teamworking
  • 0%
    Time & Stress Management
  • 0%
    Teaching
  • 0%
    Research
  • 0%
    Passion

WHO I AM

BlogBlog

mi esprimo con l'estremità del mio pensiero...
Come installare Google Camera su Android Pie – Xiaomi

di Lucia Massaro e Alessandro Pagano

In questo articolo, vi guideremo all’installazione manuale della Google Camera sugli smartphone Xiaomi aggiornati ad Android 9 Pie.

Risolvere il problema notifiche su dispositivi Xiaomi con Miui8

Dopo l’acquisto dello Xiaomi Mi Max 2 ho provveduto ad effettuare le prime configurazioni ed ottimizzazioni per un uso più “occidentale” del terminale. In questa guida vedremo come abilitare le notifiche delle nostre applicazioni preferite in modo che possano ignorare le strette policy di controllo ed ottimizzazione batteria/memoria della Miui8.

Xiaomi China Stable – Come installare le Google Apps su MIUI8 e Android 7 Nougat

Stamattina è arrivato finalmente il tanto atteso Xiaomi Mi max 2 (scheda tecnica qui) e, dopo la consueta febbre da unboxing, mi sono cimentato nelle solite impostazioni/ripristino account e applicazioni. Operazione che grazie a MiCloud, il servizio di Xiaomi che permette di salvare tutte le app e le impostazioni, diventa ancora più semplice e veloce. Il telefono in questione ha a bordo l’ultima Rom China Stable con MIUI8 e Android 7.1.1

Recensione Huawei P8

Vediamo oggi come si comporta il Huawei P8 che ho avuto la possibilità di testare per un mese, grazie ad un contest organizzato da Huawei. Cercherò di riassumere la mia esperienza d’uso attribuendo dei voti alle relative categorie.

International Open Data Day – Bari 2014

Il 22 febbraio 2014 dalle ore 10 alle ore 18 si terrà l’International Open Data Day presso il padiglione dei Cineporti di Puglia – c/o Fiera del Levante. Come per il 2013 Bari ospiterà l’edizione locale di questa giornata in cui, a livello internazionale, le comunità di persone che si occupano di Open Data si radunano a livello locale per presentare i propri progetti, parlare delle iniziative già svolte, programmare quelle future. Obiettivo non secondario è quello di proporre la cultura dei dati aperti ad un nuovo pubblico.

Salviamo un progetto: Tuxfeed

Tuxfeed.it è stato per anni un punto di riferimento per tutti gli appassionati del sistema operativo Open Source più famoso del mondo: Linux.
Per anni Tuxfeed.it, progetto completamente gratuito, basato sugli sforzi di (pochi) utenti volontari, ha aggregato diverse centinaia di fonti, sempre aggiornate, per rendere aggiornati a più di 5.000 di visitatori ogni giorno.

AndroidPIT: Fill up your Mobile.

Vorrei segnalare una iniziativa lodevole riguardo il mondo Android: il portale AndroidPIT.

AndroidPIT può divenire in breve tempo un punto di riferimento per quanto riguarda il mondo Android, in quanto permette agli utenti di accedere agevolmente a news sempre aggiornate.
La specialità di questo portale sono le applicazioni: cuore pulsante di ogni dispositivo mobile. Di seguito una breve recensione.

Volunia: fallimento annunciato?

Ieri Massimo Marchiori, ricercatore padovano autore di HyperSearch, uno degli algoritmi utilizzati da Google, ha lanciato la sua sfida al mondo dei motori di ricerca con l’obiettivo di apportare importanti innovazioni. Il nome del progetto è Volunia.

Installing YamiPod on Linux: a multi-platform, very versatile iPod Manager

YamiPod is a freeware application to efficiently manage your iPod on Linux. It can be run directly from your iPod and needs no installation. It also has extra features such as rss news and podcast support, remove duplicates, easy notes editor (with multipage support), songs synchronization, playlists export, a built in music player and much more. It has been translated in 12 languages.

Ace Manager Recruiting Game

Nel mondo dei social network e del lifestream totale su internet, non potevano mancare dei metodi alternativi di recruitment da parte delle aziende con alto tasso di informatizzazione e propense a politiche di buzz marketing. Oggi voglio sottoporre all’attenzione dei miei lettori più giovani, il contest della BNP che riguarda un Recruiting game a cui possono partecipare Laureati e Laureandi con età inferiore ai 26 anni.