CreativeCamp @ La notte dei ricercatori

Ricevo e divulgo volentieri la segnalazione. L’iniziativa è decisamente interessante, spero di trovare interventi e contenuti interessanti, anche se escludo una mia partecipazione attiva dati i molteplici impegni in questo mese.

Ovviamente attendo le vostre impressioni e magari qualche segnalazione nel caso foste interessati ad un intervento nel CreativeCamp.

Quanta creatività giovanile c’è nella nostra regione?
È molta? È poca? Sicuramente è diffusa, nascosta, scollegata.
Non resta che invitare, in un certo posto e in un dato momento, quelli che operano nel campo della creatività e vedere che succede.

A Bari, durante la Notte dei Ricercatori (28 settembre 2007), la Regione Puglia organizza un incontro sul tema della creatività giovanile.

Non sarà una conferenza ma un Bar Camp. Una “non conferenza”.

COSA E’ UN BARCAMP? (rielaborazione dal sito http://it.wikipedia.org/wiki/BarCamp)
Un BarCamp, o non-conferenza (unconference), è un incontro nel quale il tema di discussione è deciso dai partecipanti piuttosto che prestabilito in anticipo dagli organizzatori.
BarCamp è una rete internazionale di eventi dedicati alla libera circolazione della conoscenza. Un BarCamp nasce dal desiderio delle persone di condividere e apprendere in un ambiente aperto e libero.
Il BarCamp è una non-conferenza collaborativa, dove chiunque può “salire in cattedra”, proporre un argomento, presentare un prodotto o un progetto, parlarne agli altri, con lo scopo di favorire il libero pensiero, la curiosità, l’apprendimento tra pari, la divulgazione.

Il BarCamp è nato negli Stati Uniti nel 2005. Oggi si organizzano BarCamp in ogni parte del mondo.
Solitamente verte sul tema delle nuove tecnologie. Ma si può fare BarCamp su qualunque argomento.
L’elenco aggiornato dei BarCamp svolti o in preparazione in Italia si trova sul sito www.barcampitalia.org. Il sito ufficiale dei BarCamp nel mondo è www.barcamp.org.

COME FUNZIONA UN BARCAMP?
La Prima Regola del BarCamp: “Nessun Spettatore, solo Partecipanti”
Tutti i partecipanti possono mostrare un prodotto o preparare una presentazione/discussione, organizzare una sessione o aiutare in una di queste. Ma anche no: se non ne hai voglia, vieni e chiacchieri, nessuno ti obbligherà a fare alcunché. Altrimenti puoi offrirti come volontario e contribuire in qualche modo al supporto dell’evento.
Tutte le presentazioni devono avvenire il giorno del BarCamp. Vanno preparate e preannunciate attraverso il sito. Soprattutto, una volta arrivati nel posto, chi ha qualcosa da proporre affigge un avviso su un tabellone/programma.
Le persone presenti all’evento sceglieranno quali conferenze vogliono ascoltare.
Chi presenta, poi pubblica sul web le slide, le note, l’audio e/o il video della sua presentazione, in modo che anche chi non era presente ne possa beneficiare.

PERCHE’ UN BARCAMP SULLA CREATIVITA’. IN PUGLIA.
La creatività è al centro delle politiche giovanili della Regione Puglia. E per la creatività c’è bisogno di luoghi.
La Regione Puglia sta finanziando la nascita di 65 Laboratori Bollenti Spiriti: luoghi pubblici che saranno ristrutturati da 132 comuni, affidati con bando pubblico ad associazioni e imprese giovanili e messi a disposizione delle diverse forme di espressione e creatività dei giovani.
Vecchi Immobili dimessi, edifici scolastici in disuso, palazzi storici abbandonati, ex monasteri, mercati o caserme diventeranno laboratori per rispondere ai bisogni giovanili e alle vocazioni dei territori.
Ma, per realizzare politiche della creatività, è necessario che i giovani creativi (e chi lavora con loro) siano attivamente coinvolti. Tutti partecipanti, nessuno spettatore. La stessa filosofia del Barcamp.

Il BarCamp sulla creatività giovanile in Puglia è soprattutto un esperimento per promuovere il protagonismo dei giovani creativi, far nascere relazioni e collaborazioni, condividere le risorse, interconnettere le reti esistenti, aggirare le barriere tra i diversi “ambienti”. Costruire Comunità.

CREATIVE CAMP: OGNI CREATIVO E’ UN RICERCATORE
Il Barcamp della creatività giovanile è il primo esperimento in Italia di “non conferenza” promossa da una amministrazione regionale. Si chiamerà “Creative Camp”.
L’occasione è data dalla Notte dei Ricercatori, un evento organizzato dalla Regione Puglia e dall’ARTI e dedicato alla promozione della cultura dell’innovazione e della ricerca scientifica presso le nuove generazioni.
La ricerca è una dimensione indispensabile della creatività. Anzi, di più. Ogni creativo è un ricercatore.

COSA SUCCEDE AL CREATIVE CAMP?
Niente tavolone dei relatori. Niente estenuanti saluti delle autorità. Al Creative Camp si parla di ciò che si vuole. E succede ciò che succede. Il gioco è far incontrare, liberamente, il bisogno e il dono di conoscenza.
Qualche idea: Progetti ed eventi creativi; Corsi, eventi, concorsi, festival, trasmissioni, associazioni, progetti, esperienze già realizzate, in corso o in preparazione; Reti della creatività; Occasioni per far nascere collaborazioni tra creativi, operatori, organizzatori di eventi; Nuovi media e creatività; Le nuove tecnologie (e filosofie) dell’informazione e della comunicazione al servizio della creatività giovanile; Politiche e servizi per la creatività; Idee, proposte, pratiche e strategie per la promozione e il supporto della creatività giovanile; Mestieri della creatività; Testimonianze di professionisti che presentano la propria esperienza e indicano vie di accesso ai mestieri ad alto contenuto di creatività; Produzioni creative; Performance, reading, presentazioni, corti…

tutto ciò che può essere presentato in una sala attrezzata con videoproiettore, schermo e un piccolo impianto di amplificazione.
I singoli interventi non dovrebbero durare più di 30 minuti. Se più persone desiderano presentare contenuti simili, possono co-gestire un intervento o una presentazione. Sono molto apprezzate le attività a più mani.

CHI PARTECIPA AL BARCAMP?
Chi c’è c’è. E tutti sono la persona giusta.
Ma sta al singolo relatore riuscire a catalizzare l’attenzione dei presenti. Al Barcamp non è maleducazione andar via se un intervento o un presentazione semplicemente non sono interessanti.
Nessun partecipante viene pagato per il proprio intervento.
Il principale strumento per coinvolgere i partecipanti e definire i temi è il sito internet dell’evento.
Attraverso il sito “wiki”, chi vuol partecipare può iscriversi, inserire il titolo del proprio intervento, dare la propria disponibilità a collaborare alla realizzazione o alla promozione dell’evento (ad esempio parlandone sul proprio blog) o indicare gli argomenti di cui vorrebbe sentir parlare (e che magari un altro partecipante conosce bene). Il programma si comporrà progressivamente.
Visitando uno dei siti dei Barcamp già realizzati, o in corso di realizzazione, è possibile farsi un’idea di ciò che avviene in pratica.
Qualche indirizzo:
http://barcamp.org/BzaarCamp
http://barcamp.org/BarcampTurin
http://barcamp.org/Wavecamp

COME E’ ORGANIZZATO?
La durata complessiva dell’evento sarà funzione del numero degli interventi. E’ ipotizzabile, nel corso di una giornata, una durata complessiva di 6/8 ore. O anche i meno. O anche di più.
Una ipotesi: dalle 18 alle 2 di notte. (È pur sempre la notte dei ricercatori!)
Attenzione: in teoria (ma anche in pratica) la definizione di dettaglio del Barcamp avviene nel momento stesso in cui l’evento inizia. L’ordine degli interventi, le sale, gli orari etc. vengono definiti in funzione del numero di iscritti e possono essere modificati in tempo reale.
Un tabellone riscrivibile e sempre aggiornato sarà il riferimento ufficiale del programma aperto. Non è possibile “regolarsi”. Bisogna semplicemente essere presenti.

DOVE SI TERRA’ IL CREATIVE CAMP
La filosofia del BarCamp (e il buonsenso) suggeriscono di individuare il luogo all’ultimo momento, a seconda del numero di adesioni.
La location ipotizzata, al momento, è il complesso di Santa Scolastica, un bello spazio con più ambienti separati che si raggiunge percorrendo fino alla fine la muraglia di Bari vecchia. Sono disponibili 3 sale da 50 e da 80 posti. Ogni sala sarà dotata di laptop, videoproiettore, schermo e di un piccolo impianto di amplificazione.
Il sito ufficiale del CreativeCamp è già in linea http://www.barcamp.org/BollentiSpiritiCreativeCamp

Per informazioni sul Creative Camp
Fin Puglia – Gruppo di Assistenza tecnica al programma Bollenti Spiriti
Tel. 080 5015131 (siamo in sede mar e mer – 9.30 / 13.30 e 15.30 / 17 – ven 9.30 / 13)
Per info: creativecamp@finpugliabollentispiriti.it
Mob. +39 348 60 56 472

aleko | 5 Settembre 2007
  • ispettorezenigata 10 Settembre 2007 at 10:57
    Ti assicuro che la creatività è una cosa che non manca in Puglia! Quello che invece latita sono i fondi,i mezzi e la gente che crede in te! Siamo costretti ad emigrare in altri paesi del nord per realizzare i nostri sogni, svuotando i nostri paesi di forza vitale!

Leave a Reply

ContattamiContattami

SCRIVIMI

DOVE TROVARMI

Sul web

Mail

aleko21@gmail.com
alessandro.pagano@osel.it
aleko@fsfe.org
aleko21@outlook.com

Phone

(+39) 3391354376

SCRIVIMI!

Il tuo nome (richiesto)

La tua mail (richiesto)

Oggetto

Messaggio

ServiziServizi

AREE DI COLLABORAZIONE

Le competenze, la professionalità ed il network sviluppato in questi anni sono stati solo il punto di partenza per differenti progetti di successo in diverse aree professionali.

Web Design

Realizzazione e cura di portali web innovativi e ad elevato impatto. Consulenza e sviluppo di soluzioni web personalizzate per qualsiasi settore. Design, implementazione, aggiornamento, promozione ed esercizio di portali web.

Formazione

Realizzazione di interventi formativi efficaci gestibili in presenza ed in modalità e-learning in diversi campi dell’Information Technology e delle Soft Skills.

Consulenza

Consulenza personalizzata su soluzioni ICT per massimizzare efficacia ed efficienza all’interno di qualsiasi organizzazione.

[li_recommendations width="480" length="200" interval="1000"]

About MeAbout Me

Research, e-learning, Web, ICT

Ho conseguito il PhD in Informatica e la Laurea Magistrale in Economia presso l’Università degli Studi di Bari. Attualmente sono impegnato in diversi progetti di ricerca internazionali e ricopro il ruolo di manager della produzione di Osel s.r.l. : azienda che si occupa di Innovazione della didattica e e-learning. Sono docente di Informatica a contratto a Bari (Uniba) e a Roma (LUMSA).

MY STORY

  • 0%
    Web, HTML5, WordPress, CMS
  • 0%
    Open Source - Gnu/Linux
  • 0%
    e-learning
  • 0%
    Information Systems
  • 0%
    ICT Consultancy

WHAT I KNOW

  • 0%
    Teamworking
  • 0%
    Time & Stress Management
  • 0%
    Teaching
  • 0%
    Research
  • 0%
    Passion

WHO I AM

BlogBlog

mi esprimo con l'estremità del mio pensiero...
Come installare Google Camera su Android Pie – Xiaomi

di Lucia Massaro e Alessandro Pagano

In questo articolo, vi guideremo all’installazione manuale della Google Camera sugli smartphone Xiaomi aggiornati ad Android 9 Pie.

Risolvere il problema notifiche su dispositivi Xiaomi con Miui8

Dopo l’acquisto dello Xiaomi Mi Max 2 ho provveduto ad effettuare le prime configurazioni ed ottimizzazioni per un uso più “occidentale” del terminale. In questa guida vedremo come abilitare le notifiche delle nostre applicazioni preferite in modo che possano ignorare le strette policy di controllo ed ottimizzazione batteria/memoria della Miui8.

Xiaomi China Stable – Come installare le Google Apps su MIUI8 e Android 7 Nougat

Stamattina è arrivato finalmente il tanto atteso Xiaomi Mi max 2 (scheda tecnica qui) e, dopo la consueta febbre da unboxing, mi sono cimentato nelle solite impostazioni/ripristino account e applicazioni. Operazione che grazie a MiCloud, il servizio di Xiaomi che permette di salvare tutte le app e le impostazioni, diventa ancora più semplice e veloce. Il telefono in questione ha a bordo l’ultima Rom China Stable con MIUI8 e Android 7.1.1

Recensione Huawei P8

Vediamo oggi come si comporta il Huawei P8 che ho avuto la possibilità di testare per un mese, grazie ad un contest organizzato da Huawei. Cercherò di riassumere la mia esperienza d’uso attribuendo dei voti alle relative categorie.

International Open Data Day – Bari 2014

Il 22 febbraio 2014 dalle ore 10 alle ore 18 si terrà l’International Open Data Day presso il padiglione dei Cineporti di Puglia – c/o Fiera del Levante. Come per il 2013 Bari ospiterà l’edizione locale di questa giornata in cui, a livello internazionale, le comunità di persone che si occupano di Open Data si radunano a livello locale per presentare i propri progetti, parlare delle iniziative già svolte, programmare quelle future. Obiettivo non secondario è quello di proporre la cultura dei dati aperti ad un nuovo pubblico.

Salviamo un progetto: Tuxfeed

Tuxfeed.it è stato per anni un punto di riferimento per tutti gli appassionati del sistema operativo Open Source più famoso del mondo: Linux.
Per anni Tuxfeed.it, progetto completamente gratuito, basato sugli sforzi di (pochi) utenti volontari, ha aggregato diverse centinaia di fonti, sempre aggiornate, per rendere aggiornati a più di 5.000 di visitatori ogni giorno.

AndroidPIT: Fill up your Mobile.

Vorrei segnalare una iniziativa lodevole riguardo il mondo Android: il portale AndroidPIT.

AndroidPIT può divenire in breve tempo un punto di riferimento per quanto riguarda il mondo Android, in quanto permette agli utenti di accedere agevolmente a news sempre aggiornate.
La specialità di questo portale sono le applicazioni: cuore pulsante di ogni dispositivo mobile. Di seguito una breve recensione.

Volunia: fallimento annunciato?

Ieri Massimo Marchiori, ricercatore padovano autore di HyperSearch, uno degli algoritmi utilizzati da Google, ha lanciato la sua sfida al mondo dei motori di ricerca con l’obiettivo di apportare importanti innovazioni. Il nome del progetto è Volunia.

Installing YamiPod on Linux: a multi-platform, very versatile iPod Manager

YamiPod is a freeware application to efficiently manage your iPod on Linux. It can be run directly from your iPod and needs no installation. It also has extra features such as rss news and podcast support, remove duplicates, easy notes editor (with multipage support), songs synchronization, playlists export, a built in music player and much more. It has been translated in 12 languages.

Ace Manager Recruiting Game

Nel mondo dei social network e del lifestream totale su internet, non potevano mancare dei metodi alternativi di recruitment da parte delle aziende con alto tasso di informatizzazione e propense a politiche di buzz marketing. Oggi voglio sottoporre all’attenzione dei miei lettori più giovani, il contest della BNP che riguarda un Recruiting game a cui possono partecipare Laureati e Laureandi con età inferiore ai 26 anni.

ContattamiContattami

SCRIVIMI

DOVE TROVARMI

Sul web

Mail

aleko21@gmail.com
alessandro.pagano@osel.it
aleko@fsfe.org
aleko21@outlook.com

Phone

(+39) 3391354376

SCRIVIMI!

Il tuo nome (richiesto)

La tua mail (richiesto)

Oggetto

Messaggio

ServiziServizi

AREE DI COLLABORAZIONE

Le competenze, la professionalità ed il network sviluppato in questi anni sono stati solo il punto di partenza per differenti progetti di successo in diverse aree professionali.

Web Design

Realizzazione e cura di portali web innovativi e ad elevato impatto. Consulenza e sviluppo di soluzioni web personalizzate per qualsiasi settore. Design, implementazione, aggiornamento, promozione ed esercizio di portali web.

Formazione

Realizzazione di interventi formativi efficaci gestibili in presenza ed in modalità e-learning in diversi campi dell’Information Technology e delle Soft Skills.

Consulenza

Consulenza personalizzata su soluzioni ICT per massimizzare efficacia ed efficienza all’interno di qualsiasi organizzazione.

[li_recommendations width="480" length="200" interval="1000"]

About MeAbout Me

Research, e-learning, Web, ICT

Ho conseguito il PhD in Informatica e la Laurea Magistrale in Economia presso l’Università degli Studi di Bari. Attualmente sono impegnato in diversi progetti di ricerca internazionali e ricopro il ruolo di manager della produzione di Osel s.r.l. : azienda che si occupa di Innovazione della didattica e e-learning. Sono docente di Informatica a contratto a Bari (Uniba) e a Roma (LUMSA).

MY STORY

  • 0%
    Web, HTML5, WordPress, CMS
  • 0%
    Open Source - Gnu/Linux
  • 0%
    e-learning
  • 0%
    Information Systems
  • 0%
    ICT Consultancy

WHAT I KNOW

  • 0%
    Teamworking
  • 0%
    Time & Stress Management
  • 0%
    Teaching
  • 0%
    Research
  • 0%
    Passion

WHO I AM

BlogBlog

mi esprimo con l'estremità del mio pensiero...
Come installare Google Camera su Android Pie – Xiaomi

di Lucia Massaro e Alessandro Pagano

In questo articolo, vi guideremo all’installazione manuale della Google Camera sugli smartphone Xiaomi aggiornati ad Android 9 Pie.

Risolvere il problema notifiche su dispositivi Xiaomi con Miui8

Dopo l’acquisto dello Xiaomi Mi Max 2 ho provveduto ad effettuare le prime configurazioni ed ottimizzazioni per un uso più “occidentale” del terminale. In questa guida vedremo come abilitare le notifiche delle nostre applicazioni preferite in modo che possano ignorare le strette policy di controllo ed ottimizzazione batteria/memoria della Miui8.

Xiaomi China Stable – Come installare le Google Apps su MIUI8 e Android 7 Nougat

Stamattina è arrivato finalmente il tanto atteso Xiaomi Mi max 2 (scheda tecnica qui) e, dopo la consueta febbre da unboxing, mi sono cimentato nelle solite impostazioni/ripristino account e applicazioni. Operazione che grazie a MiCloud, il servizio di Xiaomi che permette di salvare tutte le app e le impostazioni, diventa ancora più semplice e veloce. Il telefono in questione ha a bordo l’ultima Rom China Stable con MIUI8 e Android 7.1.1

Recensione Huawei P8

Vediamo oggi come si comporta il Huawei P8 che ho avuto la possibilità di testare per un mese, grazie ad un contest organizzato da Huawei. Cercherò di riassumere la mia esperienza d’uso attribuendo dei voti alle relative categorie.

International Open Data Day – Bari 2014

Il 22 febbraio 2014 dalle ore 10 alle ore 18 si terrà l’International Open Data Day presso il padiglione dei Cineporti di Puglia – c/o Fiera del Levante. Come per il 2013 Bari ospiterà l’edizione locale di questa giornata in cui, a livello internazionale, le comunità di persone che si occupano di Open Data si radunano a livello locale per presentare i propri progetti, parlare delle iniziative già svolte, programmare quelle future. Obiettivo non secondario è quello di proporre la cultura dei dati aperti ad un nuovo pubblico.

Salviamo un progetto: Tuxfeed

Tuxfeed.it è stato per anni un punto di riferimento per tutti gli appassionati del sistema operativo Open Source più famoso del mondo: Linux.
Per anni Tuxfeed.it, progetto completamente gratuito, basato sugli sforzi di (pochi) utenti volontari, ha aggregato diverse centinaia di fonti, sempre aggiornate, per rendere aggiornati a più di 5.000 di visitatori ogni giorno.

AndroidPIT: Fill up your Mobile.

Vorrei segnalare una iniziativa lodevole riguardo il mondo Android: il portale AndroidPIT.

AndroidPIT può divenire in breve tempo un punto di riferimento per quanto riguarda il mondo Android, in quanto permette agli utenti di accedere agevolmente a news sempre aggiornate.
La specialità di questo portale sono le applicazioni: cuore pulsante di ogni dispositivo mobile. Di seguito una breve recensione.

Volunia: fallimento annunciato?

Ieri Massimo Marchiori, ricercatore padovano autore di HyperSearch, uno degli algoritmi utilizzati da Google, ha lanciato la sua sfida al mondo dei motori di ricerca con l’obiettivo di apportare importanti innovazioni. Il nome del progetto è Volunia.

Installing YamiPod on Linux: a multi-platform, very versatile iPod Manager

YamiPod is a freeware application to efficiently manage your iPod on Linux. It can be run directly from your iPod and needs no installation. It also has extra features such as rss news and podcast support, remove duplicates, easy notes editor (with multipage support), songs synchronization, playlists export, a built in music player and much more. It has been translated in 12 languages.

Ace Manager Recruiting Game

Nel mondo dei social network e del lifestream totale su internet, non potevano mancare dei metodi alternativi di recruitment da parte delle aziende con alto tasso di informatizzazione e propense a politiche di buzz marketing. Oggi voglio sottoporre all’attenzione dei miei lettori più giovani, il contest della BNP che riguarda un Recruiting game a cui possono partecipare Laureati e Laureandi con età inferiore ai 26 anni.